soluzioni

Soluzioni 

La corretta disinfezione delle lenti a contatto è fondamentale per preservare la salute degli occhi. Se si trascurano le norme igieniche di base si rischia infatti di incorrere in gravi infezioni oculari, che possono provocare seri problemi alla vista o la cecità. È necessario perciò che ciascun portatore di lenti conosca le fasi di pulizia e i vari tipi di soluzioni che si devono utilizzare per effettuare una corretta manutenzione e pulizia delle lenti. I liquidi per lenti a contatto si differenziano principalmente in base alla loro funzionalità...

 

Quali sono i tipi di soluzioni per pulire le lenti a contatto?

Esistono diversi tipi di soluzioni per la pulizia delle lenti a contatto. Di fondamentale importanza è inoltre sapere in quale fase di pulizia impiegarle. Ciascuna svolge infatti un compito ben preciso, ma la loro funzione comune è quella di disinfettare le lenti per mantenere la corretta igiene e salute degli occhi.
 
• Soluzione unica
 
Le soluzioni uniche per lenti a contatto sono molto utilizzate e apprezzate per la loro praticità. Infatti coprono tutte le fasi principali di pulizia delle lenti: detergono, disinfettano, è possibile utilizzarle per il risciacquo e per la conservazione delle lenti. È bene sapere però che le soluzioni uniche non sono adatte per rimuovere i depositi più ostinati dalla superficie delle lenti a contatto, per cui si dovrà invece fare uso di altri prodotti. Le soluzioni uniche sono disponibili sia per lenti a contatto rigide e sia per lenti a contatto morbide.
 
• Soluzione detergente
 
Le soluzioni detergenti per lenti a contatto vengono usate giornalmente per rimuovere i residui di sporco dalla superficie delle lenti. L’accumulo di agenti esterni come depositi proteici, particelle di polvere o di trucco sono la principale causa di irritazioni e infiammazioni agli occhi. È necessario perciò rimuovere queste impurità con una certa regolarità. La soluzione detergente va applicata sul dispositivo mentre poggia sul palmo della mano precedentemente lavata; la lente va in seguito strofinata con la punta delle dita per rimuovere anche eventuali residui di grasso. Questa procedura va effettuata su entrambi i lati della lente. La pulizia con soluzioni detergenti è particolarmente indicata per le lenti a contatto rigide che, avendo una superficie dura, tendono ad accumulare più frequentemente residui di sporco.
 
• Soluzione salina
 
La soluzione salina per lenti a contatto viene utilizzata per sciacquare le lenti dai residui di soluzione disinfettante e dalle particelle di sporco sciolte in essa. Non deve essere utilizzata perciò per il lavaggio e la disinfezione, ma unicamente per rimuovere i residui dalle superfici delle lenti dopo una precedente pulizia. Le soluzioni saline per lenti a contatto devono essere utilizzate con attenzione prima di ogni applicazione delle lenti sugli occhi. È bene ricordare che le soluzioni saline non devono essere impiegate come liquido di conservazione. Sono adatte per qualsiasi lente, rigida, semirigida e morbida.
 
• Soluzione per lenti gas permeabili
 
Le lenti gas permeabili, indicate anche come lenti RGP, sono lenti a contatto rigide realizzate con un materiale dall’elevata permeabilità all’ossigeno. Le soluzioni per lenti rigide gas permeabili risultano più concentrate rispetto alle soluzioni per lenti a contatto morbide. La loro azione di pulizia e disinfezione risulta perciò più intensiva. È importante evitare l’utilizzo di soluzioni per lenti RGP in caso si faccia uso di lenti a contatto morbide.
 
• Soluzione al perossido
 
Le soluzioni al perossido di idrogeno vengono utilizzate per disinfettare le lenti dopo averle indossate. Sono usate principalmente per lenti a contatto morbide, ma esistono anche soluzioni al perossido per lenti a contatto rigide. Se si fa uso di questo tipo di soluzioni bisogna prestare maggiore attenzione, poiché dopo la fase di disinfezione è necessario neutralizzare il perossido prima di indossare le lenti. Esso infatti risulta tossico per la cornea. Le soluzioni al perossido di idrogeno si distinguono in due tipologie:
1 Sistemi perossido monofase: la soluzione viene versata in uno speciale contenitore e la neutralizzazione del perossido avviene tramite l’azione di un catalizzatore (biologico al platino) o tramite l’aggiunta di una compressa. Questo tipo di soluzioni necessitano di un tempo minimo di reazione per attuare la disinfezione e il successivo smaltimento del perossido di idrogeno. Una volta smaltito, la soluzione si trasformerà in soluzione salina, perciò le lenti non necessiteranno di essere risciacquate prima di applicarle.
2 Sistemi perossido a due fasi: in questo caso il processo di disinfezione e pulizia si suddivide in due procedimenti. Una volta lasciata agire la soluzione al perossido, è necessario utilizzare una seconda soluzione per la fase di neutralizzazione e per pulire abbondantemente le lenti dai residui di perossido.
Le soluzioni al perossido per lenti a contatto non contengono conservanti come le normali soluzioni uniche e per questo motivo sono indicate soprattutto a chi ha gli occhi sensibili o presenta allergie ai conservanti delle soluzioni.
 
• Soluzione conservante
 
Le soluzioni conservanti per lenti a contatto vengono utilizzate dopo la fase di pulizia per conservare temporaneamente le lenti all’interno dell’apposito portalenti. Generalmente la fase di conservazione viene effettuata durante la notte, in modo da poter usufruire di lenti a contatto pulite e idratate per tutta la durata del giorno seguente. Le soluzioni conservanti sono in grado di massimizzare il livello di igiene tenendo alla larga microorganismi e agenti batterici.
 
• Soluzione umettante
 
Le soluzioni umettanti per lenti a contatto vengono utilizzate per donare comfort agli occhi in caso di secchezza oculare o per lenire occhi infiammati e irritati. Questo genere di disturbi possono generarsi in seguito a uno sforzo prolungato degli occhi o a causa di agenti esterni che si depositano sulla lente. Le soluzioni umettanti sono disponibili in flaconcini monodose e possono essere usate sia con lenti a contatto rigide e sia con lenti a contatto morbide.
 
• Soluzione enzimatica
 
Le soluzioni enzimatiche per lenti a contatto vengono utilizzate generalmente con cadenza settimanale per rimuovere dalla superficie delle lenti a contatto i residui proteici particolarmente aderenti. Solitamente sono in forma di compresse da sciogliere in soluzione salina sterile e bisogna prestare particolare attenzione nell’osservarne i tempi di conservazione. Una volta attuata la pulizia, le lenti a contatto andranno accuratamente risciacquate con soluzione salina sterile per rimuovere gli enzimi rimanenti.
 
• Soluzioni da viaggio
 
Le soluzioni da viaggio si possono trovare in formati molto comodi e pratici da portare ovunque. Che si affronti un viaggio di lavoro, un weekend fuori casa o una vacanza di alcune settimane, le soluzioni da viaggio sono la scelta più indicata per non rinunciare alle lenti a contatto e alla loro corretta pulizia. Alcuni formati rientrano inoltre nelle norme aeroportuali sulla quantità di liquidi da portare in volo nei bagagli a mano.

Imposta ordine discendente

1 Prodotti/o

Imposta ordine discendente

1 Prodotti/o

Scarica il tuo
BUONO SCONTO!
immagine_sconto_5
ISCRIVITI ALLA MAILING LIST
PER RICEVERE LO SCONTO
valido per un solo acquisto su MondoLenti
per un importo minimo di 70 €
Invia
Coupon::